facebook-hoover twitter-hoover behanse-hoover ukbettips-hoover
Betting tipsPronosticos apuestasPonturi pariuriPronostici scommesseWetten tippsAposta e Ganha
Pronostici scommesse sportive - Pronostici calcio gratis, consigli scommesse

Coppa del Mondo 2014 - BRASILE

Considerando la consueta attenzione riservata al paese ospitante, il Brasile nel 2014 sentirà tutta la pressione delle grandi aspettative.
Neymar
Brazil forward Neymar

In vista della Coppa del Mondo, anche il tifoso più accanito di questo paese pazzo per il calcio sarebbe costretto ad ammettere che l'attuale gruppo non è paragonabile alle altre grandi formazioni brasiliane del passato, che hanno regalato un record di cinque titoli mondiali.

Ma l'allenatore Luiz Felipe Scolari, vincente nel 2002, ha notato una tempestiva ripresa che ha raggiunto il suo roboante apice nella conquista della Confederations Cup nel mese di giugno.

Un trionfo casalingo per Felipe Scolari risuonerebbe certamente nel corso degli anni, facendo di lui il secondo allenatore della storia a vincere due Coppe del Mondo, dopo il tecnico dell'Italia Vittorio Pozzo nel 1934 e nel 1938.

Tale opportunità storica è stata concessa a Scolari lo scorso novembre, quando il sipario si è bruscamente chiuso sull'operato di Mano Menezes, il precedente tecnico della 'Selecao'.

Nominato successore di Dunga, capitano del Brasile campione nel 1994, in seguito all'eliminazione subita ai quarti di finale per mano dell'Olanda a Sud Africa 2010, a Menezes è stato dato l'incarico di revisionare una squadra invecchiata, con il delicato compito di attuare uno stile di gioco più vicino al pubblico e più in sintonia con l'idea romantica di come le famose maglie verdeoro dovrebbero giocare.

Lo stile pragmatico e basato sulle ripartenze proposto da Dunga aveva riscontrato piccole dosi di consensi.  L'ampio successo di Menezes nel riportare l'eleganza nel gioco è stato danneggiato dai fallimenti nei due maggiori tornei disputati durante il suo mandato.

Nella Coppa America 2011 arrivò l'umiliazione, quando il Brasile fu eliminato ai quarti di finale dal Paraguay senza riuscire a segnare un solo rigore nella sequenza finale.  Un anno dopo, la squadra olimpica di Menezes è caduta all'ultimo ostacolo nella corsa al primo titolo olimpico, per mano della doppietta messa a segno da Oribe Peralta nel 2-1 subito dal Messico a Wembley.

Poi le cinque amichevoli consecutive vinte, tra le quali l'8-0 ed il 6-0 rifilati rispettivamente a Cina e Iraq. Ma dopo i due match successivi, nonostante il Brasile abbia superato l'agitazione da penalty vincendo contro gli acerrimi nemici dell'Argentina nel 'Superclasico de las Americas', Menezes è stato esonerato.

Dietro alla decisione c'è il capriccio del presidente della CBF Josè Maria Marin, succeduto a Ricardo Teixeira che aveva direttamente chiamato Menezes alla guida della nazionale, che presentò a Scolari l'opportunità di scrivere la storia.

Le prestazioni ed i risultati iniziali non furono del tutto incoraggianti ed il malcontento iniziò a serpeggiare tra la gente del posto, a partire dai due pareggi casalinghi consecutivi per 2-2 contro Cile e Inghilterra.

Ma ad una settimana dalla rete di Paulinho, che ha negato a Wayne Rooney la gioia del goal vittoria al Maracana, sono arrivate le reti di Oscar, Kakà ed il rigore finale di Lucas Moura, che hanno affondato la Francia per 3-0 nel secondo tempo, fornendo un trampolino di lancio per il successo in Confederations Cup.

Il torneo ha visto Neymar raggiungere la maturità di calciatore internazionale: il fantasista del Barcellona ha prodotto una serie di giocate abbaglianti, culminate nel suo colpo finale arrivato dopo la doppietta di Fred, che ha umiliato i campioni del mondo e d'Europa della Spagna.

Scolari ha continuato a perfezionare con efficacia l'undici titolare, dal momento che il ritorno di Ramires ha facilitato il passaggio al 4-3-3, che permette alla squadra di avere un piacevole equilibrio tra attacco e difesa. Mentre il ritorno dei più vecchi come Kakà, Robinho e Maicon ha aggiunto quella preziosa dose di esperienza per il torneo.

Il braccio di ferro perso con la Spagna per le prestazioni dell'attaccante dell'Atletico Madrid Diego Costa, unito ai problemi fisici di Fred, mette in evidenza tutta la scarsità di opzioni nel ruolo di centravanti, con Scolari che dovrà usare tutta la sua esperienza per trovare una soluzione.

Ma il connubio tra i talenti ancora immaturi di Scolari e quelli di forte carenatura europea potrebbero ancora una volta lasciar ballare il mondo a ritmo di samba.

Apri un conto con bet365  e richiedi il tuo Bonus per i nuovi giocatori del 100% 

Moustache webdesign

Notizie calcio

Sports news